skip to Main Content

Immunologia

Sistema Immunitario

Andare incontro ad una carenza di sali minerali (magnesio, zinco, potassio, ecc.) o di vitamine è molto più frequente di quanto non si pensi. Il rischio maggiore è per persone che seguono diete sbilanciate o ipocaloriche, per gli anziani, per donne incinte o per chi assume determinati farmaci (es. diuretici), ma anche per chi suda molto a causa di attività sportiva o lavoro intenso.

Inoltre, in estate, quando il caldo provoca intensa sudorazione, il pericolo di perdere troppi sali minerali aumenta.

Una carenza di sali minerali e vitamine si può verificare anche a seguito di malattie come ulcere, affezioni batteriche o virali, interventi chirurgici.

Anche il fumo, lo stress, la presenza di diarrea e di febbre alta, possono ridurre la capacità dell’organismo di assorbire questi preziosi nutrienti.

Stanchezza e affaticamento?

Una carenza di sali minerali e vitamine può condurre a:

Spossatezza, inappetenza, dolori muscolari o maggiore predisposizione alle infezioni (es. per carenza di vitamina C)
Presenza di crampi (es. per carenza di potassio
Difficoltà di concentrazione e lievi disturbi al sistema nervoso (es. in caso di carenza di magnesio)
Fragilità di capelli, denti e cute, con facilità di formazione di ematomi

Una dieta alimentare sana ed equilibrata fornisce il giusto fabbisogno di sali minerali.

Tuttavia per in caso di aumentato fabbisogno di questi nutrienti possono essere utili integratori di Sali minerali o vitaminici.

Potrebbe interessarti anche:

Back To Top